BAUHAUS al nido in compagnia di Josef Albers…

Quest’ anno il Bauhaus compie cento anni e il Museo Errante ha pensato di parlarne ai bimbi dell’asilo nido con cui collabora (Asilo nido Dadino Pescara) creando un collegamento fra i temi trattati nell’ anno scolastico in corso (forme, colori e misure) e il lavoro di  Josef Albers nel suo studio sull’ interazione dei colori.

88db7d_d4b7e109f22643c880b176a5132675e2~mv2
Interazione di colori, Disegni di Josef Albers[22]
Il gioco è stato semplice……E’ bastato appendere alla parete copie dei disegni di Albers e un grande cartellone con quadrati pretracciati senza dare nessun tipo di altra indicazione.

Si sa che i bimbi molto piccoli prestano molta più attenzione ai linguaggi visivi piuttosto che a quelli verbali: ed ecco subito vederli avvicinarsi a questa curiosa installazione comparsa nel loro ambiente di gioco…..

Qualcuno ha cominciato ad avvicinarsi per guardare, toccare, indicare, vocalizzare suoni, nominare colori e forme……

2

E dopo dieci minuti di libera esplorazione ecco cominciare il GIOCO!

“Bimbi la regola è sempre la stessa: si rispetta il proprio turno (perchè tutte le occasioni son buone per esercitare abilità sociali)”;  per il resto…..“il gioco è vostro: completate la tabella come più vi piace!”.

1.jpg

“Partiamo dai quadrati grandi….che colore vuoi?

3 (2)

“E ora che facciamo? Vogliam mettere anche quelli piccoli?”…..

4 (2)

5.JPG

c

E alla fine…..tutti hanno contribuito alla creazione di un lavoro collettivo, frutto delle singole scelte dei nostri piccoli autori…….

_DSC0030
Lavoro dei bimbi dell’asilo nido Dadino

 

 

 

Annunci

Tutti a spasso nei giardini di Takashi Murakami!

I fiori di Takashi Murakami, uno fra gli artisti giapponesi più noti nell’ambito dell’arte contemporanea, sono stati scelti dal Museo Errante come elemento di partenza per creare un’ esperienza multisensoriale nell’ ambito delle proposte primaverili all’ interno degli spazi del Museo delle Genti d’Abruzzo.

Ad accogliere i piccoli di età compresa fra i 15 ed i 36 mesi, una video-proiezione delle fasi di fioritura di diverse specie botaniche, accompagnate da suoni evocativi della primavera.

Un accoglienza che ha generato reazioni fra le più disparate: sorpresa, curiosità ma anche timore esorcizzato da racconti di germinazione in lingua bambinesca….

Senza-titolo1.gif

Disposti ad altezza  bebè  sulla parete, una fotografia del lavoro dell’ artista Murakami affiancata da bustine trasparenti contenenti colori ad acqua……e collocati di fronte alla riproduzione dell’ opera  grandi petali di gomma piuma per invitare i bambini a canalizzare lo sguardo o a creare giochi di movimento……come il “girotondo dei petali“…..

2

E poi……ecco sorgere la curiosità verso le bustine colorate……..

“Se accarezziamo i colori che succede?  Si  uniranno fra loro e si traformeranno nel colore dell’ erba, delle foglie, de…  dimmelo tu!

3

4

8

Ed infine una piccola sorpresa……un fiore……..

“Mah!!!!!…. E’ senza colore!”

6

E allora ecco cadere dall’alto una pioggia di petali…..

5

……e la possibilità di interpretare a proprio modo i fiori di Takashi Murakami….

6 (2)

Per tornare a casa con un prato fiorito in testa…….e in tasca……

 

 

Gira gira il Sole…..seguito da un bel Fiore…

Questa volta il Museo Errante vorrebbe raccontare di come ha cercato di presentare dei contenuti di botanica a bambini di età compresa fra i 2 ed i 5 anni.

Nell’ambiente di lavoro sono state poste misteriose scatoline contenenti materiali da scoprire con i sensi: terriccio, profumo e acqua.

2

E la magica visione del processo di germinazione di un fiore …..

3

E dopo un tempo di libera esplorazione sensoriale ecco arrivare l’indovinello:

QUAL’E’ QUEL FIORE CHE SI GIRA PER GUARDARE IL SOLE?

La sonora unanime risposta è stata: “IL GIRASOLE!

Cosi il Museo Errante decide di fare un incantesimo birichino….. trasformare tutti i piccoli partecipanti in girasoli! Estrae poi dalla sua borsa gli ingredienti indispensabili allo sviluppo delle piantine: così con uno spruzza-acqua  annaffia con delicatezza i piedini, con una torcia crea fasci di luce da osservare roteando il capo e con un soffio  fa aria sui piccoli fiorellini…..

E poi, l’incantesimo svanisce ed il Museo Errante chiede ai bimbi: “ora che abbiamo capito di che cosa ha bisogno un girasole per crescere vogliamo provare a coltivarne uno?

La risposta è stata….

4

6

5

“E visto che un semino, per diventare pianta, ci mette un pò di tempo e con tutte le cose che abbiam da fare magari ce ne scordiamo……creiamo un ricorda-semini-nascosti“?

7

8

Alla fine i nostri piccoli botanici sono andati via con la promessa di prendersi cura del loro futuro girasole.

 

 

Punto, linea, superficie….coriandoli, stelle filanti, pavimento!

Una ludoteca ha chiesto al Museo Errante di pensare al Carnevale e, attraverso un gioco di associazione di idee,  è nato un progetto rivolto a bambini dai 2 ai 5 anni ispirato al pensiero ed ai lavori dell’artista russo W. Kandinsky.

Nell’ambiente di gioco un lungo tubo con stelle filanti da poter srotolare per scoprire tante linee…..

2

….da aggrovigliare sulla superficie del pavimento….

7

Sui tavolini di lavoro dei fogli neri con curiosi cerchi…..

1

“Vi potete sedere bambini se volete……vi mostro una cosa…….!”

Vassily_Kandinsky,_1926_-_Several_Circles,_Gugg_0910_25
“Alcuni cerchi”, Vasilij Kandinskij, 1926

“Guardate quanti cerchi colorati…….come coriandoli!”

“Vogliamo provare a metterne qualcuno anche noi sul nostro foglio? Facciamo festa?”

3

“Ne volete altri?”

“Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!”

4

5

6

Un bambino perplesso dice: “ma questi sono bucati, non vanno bene!”

Il Museo Errante: “A Carnevale ogni scherzo vale…..ma tu sei libero di usare solo quelli che ti piacciono….”

….e alla fine….

8
Lavoro di CRISTIAN, 2 anni

e ora….buon Carnevale a tutti!

 

 

 

 

NEL COLORE

Come parlare ai bimbi molto piccoli del colore? La risposta che si è dato il Museo Errante è stata: “proviamo a viverlo…

La prima birichinata è stata quella di presentare un libro con mooooooooooooolte pagine……che tutti, nessuno escluso, potevano leggere senza bisogno di alcun aiuto…

1

 

….e pensare alle faccende domestiche in un modo non del tutto convenzionale….“chi mi aiuta a stendere?”

2

……..ed utilizzando la panna montata unita a colorante alimentare per dipingere……

3

……e imbevendo palline bianche candide in acqua colorata…..

4

——e giocando a “cascata di colori“…..

5

Ebbene sì, ne abbiamo combinate davvero tante. Il Museo Errantre non crede che ci siano modi giusti o sbagliati di parlare ai bimbi, crede che esistano linguaggi più efficaci di altri….

Quelli presentati ne sono alcuni dettati dalla fantasia….. e tu come faresti? Raccontacelo!

 

 

 

SETTE – “Con acqua farina e sale….quante cose tu puoi fare…!”

“SETTE” è una delle tredici proposte didattiche che il Museo Errante ha ideato per il Museo delle Genti d’Abruzzo nell’ambito delle proposte formative rivolte alle scuole. TREDICI come il numero delle sale del Museo, ognuna dedicata a un tema specifico.

L’intento delle proposte è la creazione di un collegamento fra le tradizioni e la cultura contemporanea, partendo  proprio dai temi delle stanze museali.

SETTE” parla del FRUMENTO e questo articolo racconterà di come il tema è stato presentato ad una classe di asilo nido in visita al Museo.

Ad accoglierla un trenino immaginario (un filo) per accompagnare i bimbi nella visita guidata.

“Tutti a bordo con le manine ben ancorate…..si parteeeeeeee!”

1

Guarda di quà, commenta di là per arrivare a destinazione nella sala delle sperimantazioni.

Ad aspettarli suoni evocanti la campagna, immagini di artigianato e arte del frumento e materie ancora per poco ignote…

2

E poi le domande……”che cosa sono queste cose?”

3

“Guarda, tocca, annusa…..dai è semplice….ci sono sicuramente nella tua casa. Farina, acqua e sale…..sai quante cose puoi fare?!?

“Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii………….il pane, la pasta con la nonna!”

“E’ vero proviamoci anche noi….!”

4

6

“Ma voi lo sapevate che a questo mondo ci sono dei signori che si chiamano artisti che  usano il pane per creare delle opere che si possono osservare oltre che in panetteria,  in galleria e nei musei?…..Ora vi mostro una cosa….”

419-1066x800

“Cos’è secono voi?”

“Una casa!”

“Già…..una casa fatta solo di pane. L’ha costruita un signore che arriva dalla Svizzera e si chiama Urs Fischer…e poi sono arrivati gli uccellini e l’hanno smangiucchiata un pò….. Anche noi se vogliamo possiamo fare delle forme col pane oltre che cucinarlo….vogliam provare?”

“Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii”

5

E alla fine, ci siam salutati tutti un pò infarinati e divertiti.

 

 

 

Lucciole

LUCCIOLE è un’esperienza per bambini dai 0 ai 3 anni,  pensata dal Museo Errante per il FLA 18 (Festival di libri e altrecose) tenutosi a Pescara lo scorso Novembre.

Ancora una volta la LUCE, fenomeno prediletto del Museo Errante,  il filo conduttore del racconto.

Installazioni luminose sono state collocate all’interno delle antiche mura del Museo delle Genti d’Abruzzo che ha ospitato l’evento.

_DSC0290

Tanti piccoli LED rossi sparsi casualmennte nello spazio, da poter utilizzare in libertà….

2

Scatole luminose per favorire l’osservazione e la manipolazione di liquidi colorati…

_DSC0299

Teli bianchi, torce  per inventare storie….

_DSC0304

E prima di andare via, in dono ad ogni partecipante una LED dell’installazione, che ha creato l’illusione di vedere muoversi, nel buio della città, tante piccole LUCCIOLE ROSSE.….